La vitamina D è una delle più importanti molecole per la nostra salute

La vitamina D è una delle più importanti molecole per la nostra salute

Tempo di lettura: 2 minuti

Nel marzo 2020, prima dell’apice della pandemia di Covid-19 in Italia,  la rivista British Medical Journal pubblicava una lettera inerente all’alto rischio correlato ai bassi livelli di Vitamina D e Covid-19.

Gli autori di questa lettera trovavano una correlazione tra carenza di vitamina D , estremamente diffusa nel Nord Italia , la  fascia di età prevalentemente anziana e la diffusione del Covid-19. Questa anticipazione si è rivelata corretta e nel 2021 abbiamo evidenze scientifiche della carenza della Vitamina D tra i fattori dell’incidenza e del grado di severità del Covid-19.

Rivisitando i dati, considerando i dati Istat, nel periodo tra febbraio e novembre 2020, in Italia si sono registrati 57.647 decessi avvenuti in persone positive al Covid-19.  Da un’ analisi si evidenzia come la percentuale di soggetti in età inferiore ai 50 anni si attesti attorno all’ 1% ,la più alta percentuale di decessi(60%) del totale è quella sopra gli 80 anni.

La carenza della vitamina D nell’anziano comporta un indebolimento della struttura muscolare, con un aumento del rischio di cadute e una fragilità scheletrica con un’alta esposizione a fratture ossee.

La problematica della carenza di Vitamina D negli anziani ed anche nei giovani può essere superata con un’integrazione di vitamina D ed una maggiore esposizione al sole.  

Una fonte di vitamina D, anche se non prevalente, è quella con l’alimentazione. In caso di malassorbimento, abbiamo un fattore negativo in più che aggrava un’eventuale situazione di ipovitaminosi D, che può essere dovuta a malattie gastrointestinali , quali le malattie infiammatorie croniche e la celiachia.

L’Obesità ed il Diabete sono due patologie che sono state maggiormente evidenziate in pazienti ospedalizzati per Covid-19 . La chirurgia bariatrica che viene utilizzata per contrastare diabete e obesità, crea una situazione di malassorbimento che peggiora ancora di più un problema di carenza di ipovitaminosi D pre-esistente”.

La correlazione tra queste malattie e il rischio di una forma di Covid-19 più grave potrebbe essere proprio la carenza di Vitamina D.

Approfondimento sulla Vitamina D

https://www.iconsiglideifarmacisti.it/sistema-immunitario/vitamina-d/

Fonti

https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/32474141/

Leave a Reply