Quanto è pericolosa una mela?

Quanto è pericolosa una mela?

Tempo di lettura: 2 minuti

Alan Tuning, il genio matematico, nonché di fatto inventore del computer, disperato perché costretto alla castrazione chimica (alla quale era stato costretto dal governo inglese per la sua dichiarata omosessualità), si suicidò mordendo una mela nella quale era stato iniettato del cianuro. Si racconta che lo fece anche per imitare la scena nella quale Biancaneve (il suo film preferito) morde il frutto.

Sarebbe comunque riuscito nel suo intento se si fosse impegnato nell’impresa di raccogliere con perseveranza e pazienza, una tazza intera di semi di mele. E si fosse messo con tenacia ad inghiottirli, uno ad uno.

Le mele sono un frutto popolare e salutare (vedi articolo sulla mela annurca). Hanno anche proprietà antiossidanti che aiutano a proteggere dai danni ossidativi che inducono il cancro. Il detto “una mela al giorno tiene lontano il medico” ha resistito alla prova del tempo a causa dell’impressionante profilo di salute offerto dal frutto.

Ma mentre mordi profondamente una mela, ti trovi di fronte a qualcosa di non così dolce nel suo nucleo: minuscoli semi neri. A differenza del dolce sapore del frutto, i minuscoli semi neri raccontano una storia diversa. Essi contengono amigdalina, una sostanza che rilascia cianuro quando si entra in contatto con gli enzimi digestivi umani. La tossicità acuta è rarissima se mangi accidentalmente alcuni semi.

Come funziona il cianuro

Il cianuro è una sostanza chimica nota come uno dei veleni più mortali. È stato utilizzato nella guerra chimica e nel suicidio di massa. Molti composti che contengono cianuro, chiamati ciano glicosidi, si trovano in natura, spesso nei semi dei frutti. L’amigdalina è una di queste.

I semi di mela e molti altri semi o noccioli di frutta (ciliegia, pesca, albicocca) hanno un forte strato esterno resistente ai succhi digestivi. Ma se mastichi i semi, l’amigdalina potrebbe essere rilasciata nel corpo e produrre cianuro. Piccole quantità possono essere disintossicate dagli enzimi nel tuo corpo. Tuttavia, grandi quantità possono essere pericolose. I sintomi dell’avvelenamento da cianuro includono crampi allo stomaco, mal di testa, nausea e vomito e possono culminare in arresto cardiaco, insufficienza respiratoria, coma e morte. Una dose fatale per l’uomo può arrivare a 1,5 milligrammi per chilogrammo di peso corporeo.

Quanto cianuro è letale?

Secondo il Centro per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC), 1-2 mg / kg è una dose orale fatale di cianuro per un uomo che pesi 70 kg. La maggior parte dei torsoli di mela contiene circa 5 semi. Tuttavia, questa quantità varierà in base alla salute della pianta. Dovresti masticare finemente e mangiare circa 200 semi di mela, o circa 40 torsoli, per ricevere una dose fatale.

L’Agenzia per le sostanze tossiche e il registro delle malattie (ATSDR) afferma che l’esposizione anche a piccole quantità di cianuro può essere pericolosa. Il cianuro può danneggiare il cuore e il cervello e persino portare al coma ed alla morte.

Dr. Giuseppe Scala

www.iconsiglideifarmacisti.it

Fonti

Leave a Reply